ACIDI GRASSI ESSENZIALI

In un periodo in cui spesso si assiste alla demonizzazione dei grassi appare singolare evidenziare la fatty_acid_metabolism3necessità per il nostro organismo di avere un buon introito di tali nutrienti.

Alcuni di essi sono classificati come ESSENZIALI in quanto il nostro organismo non è in grado di autoprodurseli e deve necessariamente assumerli con il cibo, mi riferisco soprattutto agli ormai conosciuti OMEGA 6 e OMEGA 3.

È altrettanto noto il fatto che la nostra alimentazione sia decisamente sbilanciata verso gli OMEGA 6 con la relativa necessità di riequilibrarla a favore della classe di acidi grassi essenziali della serie OMEGA 3. Oggi, attraverso un semplice prelievo del sangue, è possibile conoscere le nostre condizioni metaboliche ed avere quindi la possibilità di correggere eventuali pericolosi dismetabolismi in relazione al rapporto tra i due acidi grassi essenziali menzionati. L’analisi prende il nome di OMEGA SCREENING e ci fornisce il rapporto tra acido arachidonico (AA) e, rispettivamente, acido eicosapentaenoico (EPA) e acido docosaesaenoico (DHA) che, in caso accertato dismetabolismo, si possono opportunamente supplementare.

Sempre in relazione a questi grassi essenziali a lato vi sono evidenziati tutta una serie di studi che ne delineano le proprietà ed al contrario i possibili effetti negativi determinati da una loro carenza.

Condividi:

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. Ok